OFC

Il Maestro Giulio Marazìa - fondatore e direttore artistico-musicale
Comunicati

  

L’Orchestra Filarmonica Campana nasce nel 2006 a Pagani (SA).

Fondatore e direttore artistico-musicale il Maestro Giulio Marazìa.

La OFC nasce con l’intento di creare un’orchestra stabile capace di portare la musica all’interno del territorio paesaggistico e artistico della Campania, rendendo vivi sia culturalmente che socialmente i luoghi che animano la storia della Regione. L’OFC inoltre intende esprimere il valore della qualità delle relazioni e il profondo senso comunitario che attraverso l’arte possono essere ritenute le risorse della memoria su cui decisamente investire nell’immediato futuro. Tale idea artistica ha preso forma nel progetto globale attraverso l’autofinanziamento e senza alcun contributo di natura pubblica. È composta da musicisti e artisti di primo livello provenienti da vari centri concertistici della Campania e da numerosi giovani neo-diplomati e diplomandi dei vari conservatori di musica italiani.

 

Oltre ad essersi affermata sul territorio come una delle realtà capaci di produrre e promuovere cultura musicale, attrae sempre più eccellenti musicisti, molti dei quali coniugano l’attività in orchestra con una brillante carriera solistica, in formazioni da camera e come insegnanti. La sua naturale predisposizione al repertorio allargato prende forma, coerentemente agli orientamenti di un pubblico ormai molto aperto alle nuove proposte, sempre più ampio, pur continuando a conservare Classicismo e Romanticismo come punti di riferimento.

 

La sede stabile dell’orchestra è nel nuovo Teatro S. Alfonso di Pagani ma si esibisce con regolarità anche nel Teatro Diana di Nocera Inferiore e nella sala concerti “Mario Ferrante” del Circolo Unione di Pagani. Ha suonato, inoltre, nel prestigioso Auditorium Oscar Niemeyer di Ravello, nell’incantevole parco della Certosa di Padula, nel suggestivo Anfiteatro Romano di Avella, nel Teatro Eduardo De Filippo di Agropoli e nella Villa Guariglia di Vietri sul Mare. È impegnata nella diffusione della musica presso le nuove generazioni con alcuni concerti e prove aperte dedicate ai ragazzi e soprattutto con progetti mirati ai bambini delle scuole primarie.

 

Attualmente, attraverso un cammino di formazione e specializzazione, che parte da lontano e ha già al suo attivo circa 100 concerti, si è costituito un ottimo gruppo che con grande passione ha un repertorio che spazia dal Barocco al Novecento, fino all’opera, prestando interesse anche ai lavori musicali di compositori moderni. La Filarmonica Campana non a caso è impegnata in produzioni musicali originali caratterizzate da diverse contaminazioni come la riproposizione in chiave sinfonica di celebri colonne sonore e brani d’autore. Ha inciso per l’etichetta Baryton di Roma la favola musicale inedita Il Nuvolo Innamorato di Oderigi Lusi. La stessa composizione, vincitrice del Global Music Awards in America, è stata eseguita dall’OFC, in prima nazionale il 7 Giugno 2014 nell’ambito della rassegna dedicata alla musica contemporanea.

 

L’Orchestra Filarmonica Campana organizza e promuove stagioni concertistiche annuali con appuntamenti e concerti di musica sinfonica, lirica, sacra, cameristica e contemporanea, collaborando fattivamente con il coro Collegium Vocale Salernitano e con diverse altre formazioni artistiche. Ha già ospitato solisti, cantanti e direttori nazionali e internazionali come i maestri Nicola Hansalick Samale, Massimo Testa, Philipp C. Nuzzo e Beatrice Venezi, il violinista Fabrizio Falasca, il soprano georgiano naturalizzato americano Janel Frazee, il soprano Elisa Balbo, promettente soprano che si è già esibita in alcuni tra i più importanti teatri del mondo, come anche il soprano Gilda Fiume, che ha già ottenuto lusinghieri successi da solista e Alessia Gay, ballerina del Teatro dell’Opera di Roma. Un perfetto connubio tra risorse internazionali e locali.

 

Dal 2014 si occupa di organizzare anche corsi di alto perfezionamento musicale inaugurando così una serie di Masterclass e Laboratori con docenti di fama e prestigio (Nicola Hansalick Samale per la direzione d’orchestra, Domenico Orlando, Primo Oboe della Gewandhausorchester di Lipsia). Nel 2015 un’importante collaborazione si è avviata con Airone Comunicazione come partner di eventi e produzione esecutiva. È al fianco delle principali istituzioni scientifiche e associazioni di volontariato della Regione Campania, per le quali realizza concerti dedicati, come la rassegna annuale Riflessi d’Arte, ripercussioni espositive e musicali in luoghi suggestivi, organizzata dall’Associazione Culturale Ampress Ambress, e i tradizionali Concerti di Natale e Capodanno promossi dall’Associazione Culturali Li Pira, dove vengono assegnate prestigiose borse di studio.

 

Da alcuni anni collabora con XSPOT, società di comunicazioni, con cui nel 2017 avvierà il progetto #VART, una serie di laboratori, concerti, workshop per la nascita del primo museo progettato per la realtà virtuale. L’orchestra è puntualmente seguita da quotidiani, settimanali e reti televisive locali. Queste attività hanno proiettato la Filarmonica Campana nel mercato globale, dove oggi svolge un ruolo importante nella promozione della cultura musicale italiana.

 

Orchestra Filarmonica Campana:

www.filarmonicacampana.it

 

 

 

Giulio Marazia: biografia

 

Nasce nel 1983 a Pagani (SA) e comincia i suoi studi musicali all’età di otto anni. Si è diplomato in Corno e Pianoforte ed ha conseguito le lauree in Didattica della musica, Composizione e Direzione d’orchestra presso i Conservatori Statali di Musica G. Verdi di Milano, N. Piccinni di Bari e G. Martucci di Salerno.

 

Ha studiato e seguito vari stage di perfezionamento per la composizione e la direzione d’orchestra con i maestri Ivan Fedele, Alfonso Vitale, Ciro Visco, Nicola Hansalick Samale, Piero Bellugi, Vittorio Parisi e Paolo Arrivabeni. È stato allievo effettivo del M° Gianluigi Gelmetti presso la prestigiosa Accademia Musicale Chigiana di Siena, dove nel 2011, è risultato vincitore di un’importante borsa di studio.

 

Ha ricoperto il ruolo di pianista, organista e direttore musicale del Coro Lirico Appassionati e dell’ensemble stabile Coro Polifonico Alfonsiano-Orchestra Alfaterna, fondato dal sacerdote redentorista M° Paolo Saturno. Con tale formazione ha partecipato a tutte le attività artistiche, sia di concerti (circa cinquecento su l’intero territorio nazionale) che di registrazioni audio/video (venti produzioni tra CD e DVD). Come direttore musicale del Coro Lirico Appassionati è risultato vincitore, nel giugno 2007, del concorso musicale Magnus Taburnus riservato ai cori polifonici.

 

Come compositore ha vinto, nel 2009, il concorso di musica sacra dedicato a S. Alfonso M. De Liguori con il brano Riflessioni, studio contrappuntistico per sestetto. Nel 2010 si è aggiudicato il Premio Nazionale Un faro acceso verso il futuro promosso dall’International Inner Wheel, Distretto Italia, a favore di giovani che si sono distinti nel campo del lavoro, della cultura e dell’arte. Nel 2011 è stato premiato sia dal Rotary Club di Nocera Inferiore-Sarno con l’Awards 2010 per l’impegno costante nella diffusione e promozione della cultura musicale sul territorio, sia dalla Provincia di Salerno nell’ambito del Premio Cavalierato Giovanile, i migliori talenti under trentacinque. Nel 2013 è stato scelto dal Conservatorio di Milano per rappresentare l’istituzione al Premio Nazionale delle Arti di direzione d’orchestra, organizzato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e svoltosi all’Aquila presso il locale Conservatorio.

 

Come strumentista ha suonato più volte in programmi e rubriche televisive curati dalla Rai e da Mediaset e si è esibito in Italia e all’estero con orchestre e cori stranieri (Moldavia, Romania, Albania, Russia, Bulgaria e R. Ceca) con i quali ha anche inciso musiche da lui composte che hanno riscosso notevole successo, come Ouverture Solenne e Omaggio ad Astor Piazzolla.

Ha curato le elaborazioni orchestrali e le revisioni critiche di composizioni di musica sacra di compositori come J. E. Turner, V. Miserachs e A. Vitale, registrate a Praga con l’Orchestra Filarmonica e il Coro del Teatro Nazionale.

Nel 2011 per la BIT di Milano gli sono state commissionate le musiche originali per il cortometraggio Festa Mobile, dedicato alle tradizioni musicali sacre e profane della Campania e nel 2012 la sua opera in atto unico Benjamin Button è stata eseguita in prima assoluta al Teatro S. Alfonso di Pagani dal complesso artistico Ensemble Contemporaneo. Nel 2013 per la rassegna Concerti per le scuole dell’Ensemble Contemporaneo ha rielaborato e trascritto le musiche per lo spettacolo Cenerentola, il musical tratto dal celebre cartone della Walt Disney. Nello stesso anno ha scritto le musiche per la rubrica web di immagini “Il mondo in un minuto” del quotidiano italiano La Repubblica. Nel 2014, per l’Orchestra Filarmonica Campana ha scritto La Voce a Te Dovuta, 5 episodi per violoncello ed orchestra, eseguito in prima assoluta nell’ambito del concerto Atmosfere Francesi.

 

Per la casa editrice GAIA ha pubblicato i seguenti lavori: Messa S. Cecilia e Messa S. Francisci Caracciolo per soli, coro e orchestra, Paride per orchestra di fiati, Festa Mobile per live elettronics, coro e orchestra e il saggio pedagogico Il Paesaggio Evocato, sulla didattica d’ascolto del canto degli uccelli di O. Messiaen. Dal 2016 compone per la Da Vinci Edition di Osaka (Giappone) con la quale ha già pubblicato due lavori orchestrali La Voce a Te dovuta e Movimento Sinfonico.

 

Come direttore d’orchestra è stato invitato in importanti festival e concerti di musica in Italia e all’estero esibendosi presso il Teatro Mercadante di Napoli, il Teatro Piccolo, il Teatro Dal Verme e la Sala Verdi del Conservatorio a Milano, il Teatro Sala Uno di Roma, il Teatro dei Rozzi di Siena, l’Auditorium Oscar Niemeyer di Ravello (Sa), l’Anfiteatro Romano di Avella (Av) e la Villa Guariglia di Vietri sul Mare (Sa), l’Opéra Royal de Wallonie di Liegi (Belgio).

Ha diretto più volte in vari concerti tenuti in Italia le orchestre di fiati di Chieti, Gioia del Colle (Ba), Mercato San Severino (Sa) e Salerno. E’ stato direttore artistico-musicale dal 2006 al 2013 dell’Orchestra Sinfonica Ensemble Contemporaneo e del Coro Collegium Vocale Salernitano, con cui ha ricevuto numerosi incarichi e riconoscimenti sul territorio, esibendosi nei nuovi teatri S. Alfonso M. De Liguori di Pagani (Sa) e Diana di Nocera Inferiore (Sa).

 

A capo di queste compagini artistiche, con un progetto ampio e ambizioso, ha inoltre ideato e realizzato rassegne concertistiche annuali, proponendo la diffusione e la cultura della musica classica, sinfonica e lirica dal vivo. Per la Valle del Sarno Pop Orchestra ha arrangiato, trascritto e diretto le musiche per il concerto-evento Atom at night dedicato ai maggiori successi dei Pink Floyd riletti in chiave sinfonica con oltre cento musicisti impegnati. Quest’appuntamento si è svolto nel Palamangano di Scafati (Sa) nel gennaio 2013 alla presenza di oltre 2.500 spettatori ed è stato bissato più tardi al Ravello Festival, facendo registrare il tutto esaurito e ottenendo un successo strepitoso.

Nel 2014 debutta con l’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano come direttore d’orchestra ospite per una serie di concerti in diverse dimore storiche della Regione Lombardia e inoltre inaugura l’anno accademico 2014-2015 con l’opera Don Pasquale di Donizetti alla guida dei complessi Orchestra e Coro del Conservatorio di Milano. Nel 2015 ha diretto la Metro Chamber Orchestra and Choir in due concerti a New York, in programma la Passione Secondo San Giovanni di J. S. Bach, che gli hanno valso la nomina dalla stagione 2015-2016 di direttore ospite principale.

 

Ha collaborato come direttore assistente e maestro sostituto con il Teatro Verdi di Salerno e l’Opera Royal de Wallonie di Liegi in varie produzioni delle stagioni liriche 2015 e 2016. Attualmente è direttore artistico e musicale dell’Orchestra Filarmonica Campana con la quale ha iniziato una nuova fase, caratterizzata da un crescente interesse nazionale ed internazionale suscitato da nuove produzioni, tournée, registrazioni discografiche e progetti audiovisivi. Queste attività hanno proiettato la Filarmonica Campana nel mercato globale, dove oggi svolge un ruolo importante nella promozione della cultura musicale italiana.

 

È docente di Educazione Musicale a Milano.

 

 

Elisa Balbo: biografia

 

Elisa Balbo ha studiato Canto presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano dove si è diplomata nell’ottobre 2014 col massimo di voti e lode. Attualmente si sta perfezionando sotto la guida del soprano Cristina Rubin. Gli studi musicali sono stati affiancati da un importante percorso universitario; nel 2010 ha conseguito la Laurea in International Economics and Management con lode presso l’Università Bocconi di Milano, e nel 2012 la doppia Laurea magistrale in International Management presso le Università Fudan di Shanghai e Bocconi, col massimo dei voti e la lode.

 

Nel dicembre 2013 ha debuttato nel ruolo di Alice nel Falstaff di Verdi, produzione del Ravenna Festival, presso il Teatro del Giglio di Lucca, con la regia di Cristina Mazzavillani Muti e diretta da Nicola Paszkowski. Ha poi interpretato il ruolo di Stephana nella Siberia di Giordano nel Teatro Grande Rubinstein Rimskij-Korsakov di San Pietroburgo e presso la Sala Verdi del Conservatorio di Milano, diretta da Marco Pace. Successivamente ha cantato la Petite Messe Solennelle di Rossini presso il Teatro dell’Opera di Roma, diretta da Roberto Gabbiani. Ha continuato la collaborazione con l’Opera di Roma come cover di Amelia nel SimonBoccanegra portato in tournée in Giappone, sotto la direzione di Riccardo Muti. È stata di nuovo cover di Amelia nel SimonBoccanegra alla Fenice di Venezia diretta da Myung-WhunChung.

 

Vincitrice del “X Concorso Internazionale di Canto” presso il Teatro Filarmonico di Verona, ha debuttato nel ruolo di Mimì ne La Bohème di Puccini, nell’ambito della stagione lirica del teatro, diretta da Jader Bignamini e con la regia di Pier Francesco Maestrini. Nell’ottobre 2015 è si è esibita in un concerto verdiano sotto la direzione di Riccardo Muti, in occasione all’ottantesimo anno dalla nascita di Luciano Pavarotti, al Teatro Comunale di Modena. A marzo 2016 è nuovamente Mimì nelLa Boheme al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, con la direzione di Marco Alibrando e regia di Giorgio Bongiovanni.

 

Nel maggio 2016 vince il “Premio Conservatorio di Milano 2016” nella sezione canto, e nel giugno 2016 si aggiudica, nel Concorso Lirico di Sarzana, il ruolo di Musetta neLa Boheme pucciniana, che debutterà all’interno del circuito ligure. Artista attiva anche a livello concertistico si è esibita con la Luciano Pavarotti Foundation a New York, al Teatro La Fenice di Venezia e in Piazza Grande a Modena. Il 2 giugno 2013 ha cantato in diretta su Rai 5 e Radio 3 dall’Auditorium Toscanini di Torino con l’Orchestra Sinfonica della Rai, diretta da Daniele Rustioni, nel concerto per la Festa della Repubblica; a settembre dello stesso anno, si è esibita in occasione del 65° Prix Italia, diretta da Andrea Battistoni.

 

Ha preso parte, come solista, a Opera on Ice 2013 e a OperaPOP on Ice 2014 all’Arena di Verona. Nell’autunno 2016 prenderà parte come soprano ospite nel tour inglese “Cinema” di Andrea Bocelli, esibendosi, tra le altre, alla 02 Arena di Londra. Tra la sua attività televisiva, nel 2015 è stata ospite regolare nella trasmissione Sabato In su Rai Uno, esibendosi in una rubrica dedicata all’opera lirica condotta da Francesco Micheli.